LANGHE-ROERO E MONFERRATO: ONDE DI BELLEZZA E GEOMETRIE COLTIVE NEI PAESAGGI E NEI PAESI DEL VINO

Domenica 30 ottobre 2016 ore 10,00 
 
3^ Edizione Omaggio
Langhe-Roero e Monferrato: onde di bellezza e geometrie coltive nei paesaggi e nei paesi del vino
 
Ospiti: i Climats UNESCO della Borgogna con Aubert De Villaine e Guillaume d'Angerville
 
I paesaggi viticoli di Langhe-Roero e Monferrato dal giugno 2014 sono riconosciuti dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità.
 
L'Enoteca Regionale Piemontese Cavour, che ha sede nel sito UNESCO del castello di Grinzane Cavour (CN) si è fatta da subito interprete di un'iniziativa annuale, volta a rimarcare l'importanza di questo prestigioso riconoscimento, considerandolo non solo un prestigioso traguardo, ma soprattutto uno stimolo per una ripartenza verso nuovi obiettivi sul percorso della qualità.
 
Pertanto, l'Omaggio "Langhe-Roero e Monferrato: onde di bellezza e geometrie coltive nei paesaggi e nei paesi del vino" rifugge la retorica dei semplici festeggiamenti, per privilegiare i contenuti e il confronto con altre importanti e/o significative realtà viticole del mondo.
 
La 1^ edizione dell'Omaggio (2014) è stata dedicata a tutti i viticoltori di Langhe-Roero e Monferrato per sottolineare che il riconoscimento UNESCO ha premiato una bellezza e una civiltà costruite nei secoli da generazioni  e generazioni di viticoltori e contadini.
 
La 2^ edizione  (2015) ha voluto ancora insistere sui valori della civiltà vitivinicola di Langhe-Roero e Monferrato, andando a omaggiare i paesaggi e i paesi viticoli argentini di Mendoza, costruiti dai nostri antenati emigrati laggiù tra fine Ottocento e inizio Novecento.
 
Questa 3^ edizione si apre invece al confronto con una delle più mature e prestigiose realtà vitivinicole del mondo: la Borgogna, anch'essa patrimonio UNESCO con i suoi Climats. Ospiti dell'Omaggio saranno Aubert De Villaine (che in qualità di Presidente ha portato al riconoscimento UNESCO la candidatura dei Climats) e Guillaume d'Angerville (attuale Presidente dei Climats UNESCO).